Storia

La nostra storia

Secoli di storia e tradizione, autentica passione e continua ricerca della qualità sono gli ingredienti principali dei biscotti Lazzaroni.
Lazzaroni è il marchio con il quale vengono commercializzati i biscotti da forno (da pasticceria e da colazione) prodotti dalla D. Lazzaroni & C. S.p.A., ed è anche il nome con il quale è conosciuta l’azienda stessa.

Una ditta storica dell’industria dolciaria italiana, produttrice, fra l’altro, degli Amaretti di Saronno (gli unici con questa denominazione, essendo un marchio registrato). La Lazzaroni, prima tra le imprese italiane a industrializzare la produzione di biscotti, avvia la commercializzazione con l’omonimo marchio a partire dal 1888. Tuttavia, la prima attività imprenditoriale risale agli inizi del Settecento, quando la famiglia Lazzaroni, nata a Teglio, in Valtellina, si trasferisce a Saronno e inizia la produzione artigianale dei pasticcini Amaretti di Saronno.

Negli anni successivi la ditta decolla con la produzione di 350 diversi biscotti esportati in tutto il mondo: la vocazione di azienda esportatrice viene rappresentata dal marchio, posto su ogni confezione, raffigurante un bastimento a vapore o un veliero. Già dai primi anni la produzione Lazzaroni si distingue per la qualità dei suoi prodotti, attestata da numerosi riconoscimenti ottenuti. Compaiono già allora biscotti come Oswego, Nutritivo, Croccale e Germovita.

Nel Novecento il biscotto Lazzaroni è sempre più apprezzato dalle famiglie italiane e, nelle pubblicità storiche, viene reclamizzato esaltandone le caratteristiche “digestive e supernutritive”.

Oggi Lazzaroni affianca ai tradizionali prodotti di pasticceria assortita e agli Amaretti di Saronno, venduti nelle caratteristiche scatole di latta litografate, un’offerta di biscotti secchi e frollini per la prima colazione e di piccola pasticceria insieme a gustosi snack salati. Per andare incontro a tutte le esigenze, la Lazzaroni propone la linea di biscotti free from (senza glutine e senza zuccheri aggiunti).

La  storia delle scatole di latta Lazzaroni

La storia lascia sugli oggetti che ci circondano dei segni indelebili. Con le immagini litografate sulle scatole di latta, Lazzaroni propone cento anni di cambiamenti, di stili, di abitudini e gusti italiani. Avere la fortuna di possedere una latta Lazzaroni in casa significa custodire una preziosità che rappresenta un valore antiquariale.

La Lazzaroni fu una tra le prime aziende ad utilizzare le latte come contenitori per conservare i biscotti. Verso la fine dell’ Ottocento l’Italia, finalmente unificata, si stava lentamente organizzando in nazione: crescevano gli scambi favoriti dal veloce sviluppo dei mezzi di trasporto e un discreto benessere si andava diffondendo soprattutto nelle fasce più avanzate della borghesia.

Nel giro di pochi anni il negozio pasticceria e amarettificio a conduzione familiare Lazzaroni divenne una piccola industria.

Prima della latta i biscotti venivano venduti “sfusi” e arrivavano nei negozi in capienti scatole vuoto a rendere. L’interessante e decorativa latta di forma quasi cubica presentava stampe cromo-litografiche a colori raffiguranti sia simboli araldici (lo stemma sabaudo della Casata Savoia poichè all’epoca l’azienda era certificata quale fornitrice dei regnanti), sia immagini di medaglie (allusive a partecipazioni a Esposizioni o Premi).

Dispensatori di dolcezza un tempo, oggi, i contenitori Lazzaroni ci raccontano un mondo e  l’Italia di un tempo.

error: Content is protected!